Bellezza e salute

Quali alimenti possono causare ansia o depressione?

La famosa frase “Sei quello che mangi” l’ abbiamo sentita tutti, e in linea di principio, questa frase è verissima! L’alimentazione ha davvero un impatto molto significativo sulla vita di una persona e sullo stato della sua psiche in particolare! E a proposito, i cibi che mangiamo sono dotati della capacità di migliorare e peggiorare significativamente i sintomi di ansia e depressione! Quindi quali sono gli alimenti più dannosi per tutti i tipi di disturbi depressivi?

Zucchero e pasticceria
Molti sono abituati a combattere lo stress e l’ansia con vari dolci, ed è completamente vano come tentativo: tali prelibatezze danno solo soddisfazione e calma a breve termine, che vengono successivamente rapidamente sostituite da un notevole deterioramento della condizione. Inoltre, il consumo eccessivo di dolci può facilmente portare a gravi disturbi metabolici, fino al diabete, che di per sé è un potente fattore che provoca lo sviluppo della depressione.

Se parliamo di cioccolato, allora il cacao, come sai, è una preziosa fonte di triptofano, cioè un amminoacido che partecipa attivamente alla sintesi del cosiddetto “ormone della felicità” serotonina, su cui l’umore di una persona dipende in gran parte. Ma un eccesso di zucchero porta, a sua volta, a regolari sbalzi d’umore! È interessante notare che alcuni dolcificanti, anche se non contengono glucosio, rientrano anche nell’elenco degli alimenti proibiti per l’ansia o la depressione. Questi includono, ad esempio la saccarina, che si trovano spesso in un’ampia varietà di prodotti finiti, dove agiscono come dolcificanti. Quindi, quando si acquistano prodotti finiti, ha senso leggere attentamente la composizione indicata sulla scatola!

Succhi dolci e bibite
I succhi di frutta, non solo industriali, ma anche fatti in casa, sono una fonte di carboidrati davvero impressionante. In effetti, qualsiasi succo non è altro che una soluzione zuccherina concentrata. Quindi sarà molto più salutare mangiare solo frutta fresca: la fibra contenuta nella frutta fresca rallenta l’assorbimento del glucosio, salvando così il corpo umano da possibili salti nei livelli di zucchero nel sangue con un ulteriore forte calo.

A causa del suo alto contenuto di zucchero, la soda sta diventando anche uno dei fattori scatenanti più importanti della depressione. Inoltre, affinché il corpo possa interrompere i processi metabolici, è sufficiente consumare tali bevande ogni giorno per un solo mese!

La cola dietetica, così come alcuni dei suoi analoghi, può anche peggiorare i sintomi della depressione – nonostante il fatto che praticamente non contengano zucchero, non ci si può aspettare nulla di buono nemmeno da tali bevande, perché contengono un’enorme quantità di caffeina e una serie di altre sostanze stimolanti!

Fast food e grassi transgenici
Le patatine fritte amate da milioni di persone sono una miscela esplosiva di grassi trans, dl sale e dei carboidrati più dannosi, inoltre contengono anche sostanze nocive che bloccano l’endorfina, che a sua volta garantisce un significativo calo dell’umore. Studi condotti da scienziati spagnoli hanno scoperto che la propensione all’ansia e alla depressione tra gli amanti del fast food è del 51% superiore rispetto a coloro che ne sono indifferenti.

Alcol
Anche la depressione con l’uso di alcol è strettamente correlata. Naturalmente, non si può negare che una porzione di una bevanda calda abbia davvero un effetto calmante che può aiutarti a far fronte meglio allo stress. Ma l’effetto dell’alcol implica la presenza di due fasi: nella prima fase, la persona si rilassa davvero , e talvolta prova anche gioia e felicità, ma solo dopo di questa la seconda fase, chiamata fase di oppressione, arriva molto rapidamente, e questa fase dura molto più a lungo della prima! È per questo motivo che con la depressione l’uso di qualsiasi bevanda alcolica è categoricamente controindicato!

Caffè e bevande varie contenenti caffeina
Molte persone amano semplicemente coccolarsi al mattino con una tazza di caffè aromatico caldo. E questa tazza di caffè del mattino vanta davvero la capacità di rinvigorire e migliorare l’umore per un po’, ma questo avviene solo a condizione che successivamente non si esageri con diverse altre tazze! Il fatto è che troppa caffeina porta spesso ad un aumento dell’irritabilità e del nervosismo, oltre a mal di testa e aumento della pressione sanguigna. E l’abbandono forzato delle solite dosi della tua caffeina preferita può sbilanciare completamente i veri amanti del caffè! Quindi è meglio cercare di limitare l’assunzione giornaliera di caffè a due o un massimo di tre tazze, ed è idealmente consigliato berlo al mattino!

Di commento qui