DolciRicette

PARDULAS, IL DOLCE PASQUALE SARDO

Nel resto d’Italia vengono chiamate formaggelle, mentre in Sardegna sono conosciuti come pardulas e sono un dolce di Pasqua a forma di cestello con ingredienti che possono variare da zona a zona. Nel sud  dell’isola, ad esempio nelle zone del Campidano e di Carbonia-Iglesias, il ripieno è costituito da ricotta di pecora con zafferano, scorza d’arancia e limone. Nella provincia di Sassari, al nord, si aggiunge l’uvetta e cambia anche la forma . E in provincia di Nuoro, nella parte centrale dell’isola, questi dolci si chiamano casadinas (da “casu”, cioè formaggio in sardo), e il ripieno è preparato con formaggio di pecora freschissimo.

Esistono anche versioni salate, diffuse soprattutto in Barbagia, Logudoro e Gallura, che impiegano prezzemolo e menta. Sembra che pardulas e casadinas abbiano alle spalle una storica antica, tanto che specialità del genere vengono citate già nei libri di scrittori latini. Il nome “pardulas” deriverebbe infatti da “quadrula”, ad indicare la forma originariamente quadrata di questo prodotto.

In Corsica è presente un dolce simile che utilizza il tipico latticino locale brocciu.

Ecco una ricetta per preparare a casa questa dolce specialità che non è né un cheesecake né un muffin, ma abbina in modo originale e piacevole una base dura ad un ripieno morbido.

Ingredienti:

Farina 350 g
Burro 50 g
Acqua 100 ml
Sale 2 pizzichi
Ricotta 500 g
Zucchero 100 g
Semola 40 g
Lievito in polvere 10 g
Uova 2 pz
Scorza di limone 1 pz
Buccia d’arancia 1 pz
Zafferano 3 g
Miele o zucchero a velo a piacere

Preparazione:

  1. Impastate 250 g di farina di frumento con il burro e un pizzico di sale. Aggiungete 50 ml di acqua. Avvolgete l’impasto avvolgere in pellicola e mettetelo in frigorifero.
  2. Versate un pizzico di zafferano in 50 ml di acqua calda.
  3. A parte, mescolate gli altri100 g di farina, la ricotta, lo zucchero, il lievito, due uova, scorza di limone e arancia. Aggiungete lo zafferano insieme al liquido e impastate fino a ottenere un composto liscio. Per addensare aggiungete anche la semola. Il ripieno è pronto.
  4. Stendete la pasta e ritagliatela in cerchi uguali, ad esempio usando un bicchiere.
  5. Spalmate il ripieno su ciascuno dei cerchi e incastonatelo formando con le mani dei cestini a quattro o più punte.
  6. Mettete i cestini di pardulas in forno a cuocere per circa 15 minuti a 180°.
  7. A fine cottura potete spolverarli con zucchero a velo o cospargerli di miele.