Storie in cucina

MERINGA – RICETTE

La meringa deve il suo nome a Meringen, la città svizzera in cui questo dolce è stato inventato nel da un pasticciere di origini italiane, tal Gasparini, nel Sei-Settecento.

Oggi la meringa è un prodotto tipicamente italiano, seppur diffuso anche in Francia e in altri paesi.

In pasticceria la troviamo di solito con la panna montata in mezzo a tenere insieme due pezzi.

La friabilità della meringa ben si abbina infatti alla morbidezza della panna.

La meringa che consumiamo comunemente in Italia, chiamata meringa francese, si può preparare anche a casa, con alcuni accorgimenti.

INGREDIENTI

Zucchero a velo e albume d’uovo in rapporto 2 a 1 (ad esempio 200 gr di zucchero per 100 gr di albume)

PREPARAZIONE

– Innanzitutto le uova devono essere a temperatura ambiente e quindi prelevate per tempo dal frigo.

  • Prestate molta attenzione nel separare gli albumi dai tuorli

  • Versate nella planetaria gli albumi e attivate le fruste a velocità medio-bassa (la velocità va aumentata quando il volume del composto cresce)

  • Versate circa un quarto dello zucchero; il resto lo aggiungerete a intervalli di qualche minuto

  • Montate a neve ferma. Se alle fruste rimangono attaccati dei ciuffi, allora la consistenza necessaria alla schiuma per resistere è stata ottenuta

  • Versate il contenuto in una sac a poche

  • Create i pezzi spremendo la sac a poche su una teglia ricoperta da carta da forno

  • Cuocetele al forno per almeno un paio d’ore ad una temperatura attorno agli 80°. Più alta è la temperatura e più le meringhe si ingialliscono.

  • Una volta cotte, le meringhe vanno lasciate raffreddare e se conservate in luoghi asciutti, resistono a lungo.

Di commento qui