Consigli in cucina

Il Galateo a tavola nel mondo: Paese che vai usanza che trovi.

Quando si va a visitare un Paese straniero è inevitabile trovarsi a vivere situazioni di convivialità che portano a chiedersi quale sarà il modo giusto di comportarsi. A seconda se ci troveremo in Giappone piuttosto che in Cina o in Marocco le regole da seguire per essere impeccabili saranno diverse.

Se state progettando un viaggio in Giappone e come buona parte degli italiani non vedete l’ora di consumare dell’ottimo sushi made in Japan ricordate che nel Paese del Sol Levante porta sfortuna appoggiare le bacchette incrociandole tra loro. Non è buona educazione nemmeno prendere il sushi da un piatto di portata appoggiando le bacchette con le parti che finiranno a contatto diretto con la bocca. Se vi troverete ad assaggiare i loro famosi noodles ricordatevi che sorseggiarli rumorosamente è considerato un segno di apprezzamento. Non riempitevi mai il bicchiere di vino, se desiderate bere qualcosa di alcolico riempite il bicchiere del vostro vicino sperando di non essere seduti a fianco di un astemio, lui farà altrettanto con voi.

Nella vicina Cina invece è considerato segno di gradimento per il pasto appena consumato il famoso “ruttino”. Stessa regola si trova in diversi Paesi africani come ad esempio il Marocco. Sempre in Marocco il pasto tipico viene consumato da un grande piatto di portata che verrà posto al centro del tavolo, prima di cominciare a servirvi sarà offerta la possibilità di lavarvi le mani in un catino con dell’acqua visto che per mangiare non userete le posate. A dare il via al pasto è il padrone di casa che si assicurerà che i suoi ospiti assaggino le pietanza più prelibate. Cattive notizie per i mancini, nei Paesi arabi la mano sinistra è considerata impura perché viene usata per mantenere l’igiene personale, ricordate perciò di prendere il cibo con la mano destra. Stessa regola vale per l’India, inoltre, è considerato disdicevole lasciare il cibo nel piatto. Al contrario in Cina, Filippine, Corea e Cambogia finire tutto quello che si ha nel piatto mette in imbarazzo i padroni di casa che penseranno di non avervi offerto abbastanza cibo. In Corea del sud in particolare se vi troverete a condividere il pasto con degli anziani dovranno essere loro a cominciare per primi a mangiare.

Ritardatari cronici?! La Tanzania è il posto che fa per voi; arrivare puntuali a cena è considerato un comportamento ineducato. Stessa cosa in Brasile ed in Canada, un ritardo tra i15/20 minuti e la mezz’ora è visto positivamente.

La sapidità o meno di un piatto è qualcosa di molto personale che difficilmente metterà d’accordo tutti. Se avrete l’occasione di andare in un ristorante del Portogallo ricordate di non chiedere mai pepe e sale, lo chef potrebbe risentirsene.

In Francia non si taglia l’insalata con il coltello, questo perché in passato le posate che venivano usate erano in argento. In Germania, le patate vengono servite nel piatto con la buccia ma anziché sbucciarle e tagliarle con il coltello si devono schiacciare con la forchetta, assorbiranno così il sugo presente nel piatto.

In Ungheria scordatevi di brindare con la birra, è un gesto che porta sfortuna.

In Australia è consuetudine trovarsi a casa di amici per fare un barbecue, se mai vi dovesse capitare di trovarvi da quelle parti e di essere invitati a partecipare ricordate di passare prima per il supermercato a comprare carne e bibite; per gli australiani è consuetudine portarsi da casa cibarie e bevande che poi andranno a consumare.

Molti di questi usi è costumi adottati nelle tavole in giro per il mondo possono sembrare un tantino bizzarri ma sicuramente sono interessanti da sapere qualora decidiamo di intraprendere un’avventura in giro per il mondo; ma del resto Paese che vai usanza che trovi.

Di commento qui