Diete

Dieta del ghiaccio: vale la pena provare?

Il mondo moderno delle diete è molto versatile, sfaccettato e diversificato, e in tale abbondanza si trova sicuramente anche qualcosa di originale. Hai mai sentito parlare di una dieta ghiacciata? Sì, risulta che il ghiaccio può essere utilizzato anche per dimagrire. Come si fa esattamente, e vale davvero la pena provare a ricorrere alla dieta del ghiaccio, che è incredibilmente di moda in America e in Europa?

Caratteristiche principali

Brian C. Weiner, un medico americano abbastanza noto, è stato il primoa parlare di una dieta a base di ghiaccio per la perdita di peso. Le sue raccomandazioni erano limitate all’uso quotidiano di un litro di acqua ghiacciata estratta dal frigorifero e, per semplificare il compito, il medico permise di aggiungere un po’ di succo e ghiaccio tritato finemente. Perché tali raccomandazioni? Semplice: affinché il cibo mangiato da una persona sia completamente digerito e assimilato, la sua temperatura dovrebbe essere identica a quella del corpo di una persona, cioè uguale a trentasei o trentasette gradi. Se una persona beve acqua ghiacciata, il suo corpo sarà costretto a spendere calorie per riscaldarlo ed è ciò che serve per perdere peso. Una persona inizia anche a mangiare di meno, poiché la maggior parte del suo stomaco è piena di acqua ghiacciata.
Una donna britannica di nome Peta Bee è andata molto oltre nella sua ricerca, prestando maggiore attenzione ai campi della bellezza e della salute, ed è stata lei a sviluppare una vera e propria dieta del ghiaccio. Questo non significa affatto che Peta Bee raccomandi alle belle donne di iniziare a mangiare attivamente il ghiaccio. Il punto principale della dieta ghiacciata è evitare cibi caldi e bevande calde durante tutta la dieta (in genere sei settimane). Cioè tutti gli alimenti utilizzati nella dieta devono essere consumati solo freddi o addirittura ghiacciati. Gli inglesi dicono che mangiando in questo modo per sei settimane, puoi facilmente perdere da cinque a venti chili.

Il menù

Si consiglia di aumentare il numero di porzioni di cibo consumate durante il giorno a cinque o addirittura sei, mentre la dimensione di ciascuna porzione non dovrebbe superare il volume di un bicchiere. Se gli intervalli tra i pasti sono molto brevi, ad esempio tre ore, la sensazione di fame semplicemente non avrà il tempo di venire e, di conseguenza verrà escluso il rischio di mangiare troppo.

Opzione 1. Bevi un bicchiere di acqua fredda a stomaco vuoto, quindi mangia muesli, una mela o una pera e kefir per colazione. Come spuntino, un’insalata è perfetta e per pranzo puoi coccolarti con insalata di barbabietole, zuppa e riso. A seguire uno spuntino sotto forma di arancia e kefir, e le verdure e la carne in umido sono l’ideale per la cena.

Opzione 2. Anche qui un bicchiere di acqua fredda a stomaco vuoto, e poi durante la colazione puoi mangiare farina d’avena bollita in acqua con l’aggiunta di latte, oltre a un’arancia o un kiwi. Una mela e uno yogurt andranno bene per uno spuntino, e purè di patate con pollo aiuteranno sicuramente a soddisfare la fame durante il pranzo. Nel successivo spuntino successivo si potrà bere un succo o gustare un frullato, e sarà consigliabile cenare con pesce e verdure al forno.

E, naturalmente, quando si redige un menu per una dieta a base di ghiaccio, in nessun caso bisogna dimenticare la regola di un bicchiere: le porzioni non dovrebbero essere troppo grandi, poiché l’eccesso di cibo in questo caso è assolutamente inaccettabile!
Alcuni condimenti brucia grassi, come il coriandolo, il cardamomo o il peperoncino piccante, sono utili per la tua dieta. L’inventore della dieta del ghiaccio consiglia di mangiare più spesso pomodori, mandorle, latticini e soprattutto prodotti a base di latte fermentato (formaggi vari, kefir, yogurt, ecc.). Bisogna evitare di bere acqua mentre si mangia; è meglio farlo mezz’ora prima dell’inizio di un pasto o un’ora dopo. E qualsiasi bevanda calda, caffè e tè, è severamente vietata durante la dieta del ghiaccio.

Ghiaccio e sale

Il sale vanta una proprietà molto interessante: può sciogliere il ghiaccio abbassandone la temperatura. Ciò significa che se aggiungi un po’ di sale a un bicchiere di acqua fredda contenente alcuni cubetti di ghiaccio, il ghiaccio si scioglierà rapidamente e l’acqua diventerà gradualmente ancora più fredda. A proposito, le proporzioni di acqua e sale quando le si utilizza per la perdita di peso vengono calcolate molto facilmente: in primo luogo il proprio peso viene moltiplicato per 0,03, quindi la cifra risultante viene moltiplicata per 1,25. I risultati di questi calcoli mostreranno quanto sale (in grammi) e quanta acqua (in litri) saranno necessari per preparare una miracolosa soluzione acqua-sale.

Una tale dieta è categoricamente controindicata per le persone con vari disturbi del tratto gastrointestinale, nonché per tutte le persone che soffrono di malattie respiratorie croniche (bronchite, laringite, tonsillite e così via). Naturalmente anche le donne in gravidanza e in allattamento dovrebbero astenersi da questa dieta.

Ghiaccio e sale

Il sale vanta una proprietà molto interessante: può sciogliere il ghiaccio abbassandone la temperatura. Ciò significa che se aggiungi un po’ di sale a un bicchiere di acqua fredda contenente alcuni cubetti di ghiaccio, il ghiaccio si scioglierà rapidamente e l’acqua diventerà gradualmente ancora più fredda. A proposito, le proporzioni di acqua e sale quando le si utilizza per la perdita di peso vengono calcolate molto facilmente: in primo luogo il proprio peso viene moltiplicato per 0,03, quindi la cifra risultante viene moltiplicata per 1,25. I risultati di questi calcoli mostreranno quanto sale (in grammi) e quanta acqua (in litri) saranno necessari per preparare una miracolosa soluzione acqua-sale.

Una tale dieta è categoricamente controindicata per le persone con vari disturbi del tratto gastrointestinale, nonché per tutte le persone che soffrono di malattie respiratorie croniche (bronchite, laringite, tonsillite e così via). Naturalmente anche le donne in gravidanza e in allattamento dovrebbero astenersi da questa dieta.

Di commento qui