Consigli in cucina

CURARE LE POSATE D’ARGENTO

Le posate in argento fanno un figurone nei pranzi importanti, ma sono anche esigenti: l’ossidazione le annerisce, non sono più brillanti come dovrebbero e quindi periodicamente vanno pulite.

Prima cosa a cui fare attenzione è l’acqua, che sull’argento lascia aloni evidenti e incancellabili. E’ fondamentale per ciò asciugare tempestivamente e con cura le posate dopo averle lavate a mano.

Quindi andrebbero conservate al riparo da luce e calore in un contenitore asciutto, magari assieme a qualcosa che assorba l’umidità dell’aria come il gesso o un sacchetto essiccante.

Questo per quanto riguarda la prevenzione. Veniamo ora ai rimedi più comuni:

Alluminio e sale grosso. Rivestite una terrina di vetro con un foglio di alluminio e buttateci sopra un pugno di sale grosso. Metteteci dentro le posate, versateci sopra acqua calda, lasciate in ammollo per circa un’ora. In alternativa fate bollire dell’acqua aggiungendo del bicarbonato di sodio (circa un cucchiaio per litro).

Il bicarbonato è usato anche in coppia con il succo di limone direttamente sul pezzo da lucidare. Si strofina con un panno e poi si sciacqua.

Un procedimento simile prevede invece l’utilizzo di dentifricio. Un altro rimedio comune è l’aceto, talvolta impiegato assieme all’acqua di cottura delle patate nella quale le posate dovrebbero rimanere in ammollo per almeno una ventina di minut

Di commento qui