Cibo e BevandeCibo Salutare

CARRUBA

A lungo snobbata e utilizzata solo come foraggio anche per il suo aspetto poco invitante, la carruba è un frutto oggi rivalutato non solo per la sua ricchezza di minerali e vitamine, ma anche perché la farina che si ricava dai suoi semi è priva di glutine e ricorda il cacao, del quale costituisce un diffuso surrogato più dolce e senza sostanze psicoattive. Da notare che questi semi si chiamano karat, da cui l’unità di misura per oro e pietre preziose. La farina di carrube contiene pectina, addensante naturale utilizzato per gelati e dolci.

Questa pianta, di cui sono commestibili anche i baccelli maturi che contengono i semi, è stata diffusa dagli arabi ed è coltivata oggi soprattutto in alcune zone della Sicilia. Data l’elevata quantità di tannino nella polpa, si sconsiglia l’assunzione di grandi quantitativi.

Di commento qui