DolciRicetteStorie in cucina

BROWNIE, IL DOLCE BORN IN THE USA

Il brownie è un dolce al cioccolato che ha origine nel 19° secolo. È incredibile quante trasformazioni abbia subito negli anni! Al giorno d’oggi, forse, ognuno cuoco e cuoca prepara i brownies a modo suo e vi aggiunge tutto ciò che desidera: noci, frutti di bosco, scaglie di cocco e molto altro. La popolarità dei brownies è abbastanza giustificata: la sua ricetta è abbastanza semplice e piace a bambini e adulti senza eccezioni.
Ci sono diverse versioni sull’origine del dolce. La prima vuole risalga al 1893, in occasione della World’s Columbian Exposition di Chicago. Per l’occasione la ricca Bertha Palmer, moglie del titolare del Palmer House Hotel, persuase lo chef dell’albergo a creare un dolce che potesse essere consumato senza difficoltà anche girando per la mostra. Nacque così il Palmer House Brownie (il nome però venne dato solo in seguito) contenente noci e ricoperto da glassa di albicocche. E così viene servito ancora oggi in quell’albergo.

Queste sono le varianti più famose:
Il brownie più “ortodosso” secondo gli esperti golosi è il “fudgy brownies”: un minimo di farina, completa assenza di lievito, burro non montato con lo zucchero ma leggermente sciolto e durante la cottura si utilizza il cioccolato fondente.
Un altro tipo è il “cake like brownies”. Questa ricetta contiene meno burro e farina, ma un’aggiunta di lievito, anche se solo un pochino. In questa variante si aggiunge anche un po’ di latte per dare tenerezza al dolce.
Il “chewy brownies” è caratterizzato da un centro appiccicoso. Dovresti utilizzare un uovo in più, o anche due, e diversi tipi di cioccolato.
E infine il “blondie”, che per consistenza ricorda la versione classica, ma è preparata, senza cacao. Gli ingredienti principali qui sono zucchero di canna, uova, burro, farina e noci.

Ecco una ricetta per preparare un brownie classico a casa.

Ingredienti:

Uova 4 pz
Burro 170 g
Cioccolato fondente 200 g
Zucchero 200 g
Farina 100 g
Noci 100 g

Preparazione:

1. Tagliate a pezzetti il blocco di cioccolato e fatelo sciogliere a bagnomaria.
2. Aggiungete il burro nella casseruola del cioccolato e scaldate a fuoco basso fino ad ottenere una consistenza omogenea. A cottura ultimata versate il composto in un contenitore di vetro e lasciate raffreddare.
3. Tritate le noci e fatele rosolare un po’ in una padella asciutta e poi lasciate raffreddare.
4. Sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto liscio.
5. Se la vostra massa di cioccolato si è intiepidita, unitela alle uova e amalgamate.
6. Versate nel composto la farina passata al setaccio e mescolate. Aggiungete quindi anche le noci e mescolate bene.
7. Quando tutto è pronto, ungete una teglia e versate l’impasto, distribuendolo uniformemente con una spatola. Mettete in forno a 200°C, per 20-30 minuti. Sfornate, lasciate raffreddare e infine tagliate il dolce in piccoli blocchi uguali. I brownies si conservano (protetti dall’aria) per circa tre giorni.